Concludiamo questo mini tutorial sui file temporanei in Java, andando a vedere come cancellarli una volta che il loro utilizzo è terminato.

Questi i link ai precedenti articoli:

Continuiamo il nostro mini tutorial sulla manipolazione dei file temporantei in Java.

Oggi vediamo come leggere il file, dopo averlo creato e riempito.

Aneh in questo caso, useremo oggetti standard:

  • BufferedReader
  • FileReader

In questo articolo abbiamo visto come creare un file temporaneo in Java.

Oggi vediamo come scriverci dentro.

In realtà per la scrittura (ed anche per la lettura) usiamo gli oggetti standard:

  • BufferedWriter
  • FileWriter

I file temporanei sono molto utilizzati nei sistemi operativi.

Soprattutto in ambito Linux (che tra l'altro ha una directory apposita).

Java può facilmente manipolare i file temp, in quanto possiede dei metodi della classe File appositi.

Dovendo posizionare un widget Qt a seconda della dimensione del monitor, avevo necessità di identificarla in fase di esecuzione del programma.

In verità la cosa è stata abbastanza semplice, e senza includere librerie di nessun tipo.

Da un pò di tempo sto usando con soddisfazione Framework7 al posto di jQuery Mobile (che è da un bel pò che non è più aggiornato).

Avevo la necessità di creare dei grafici all'interno di una pagina, prendendo i dati da un database remoto.

Mi hanno consigliato Google Charts (già usato in precedenza, ma non su un sito mobile) e devo dire che sta venendo abbastanza bene.

Quindi vediamo come integrare i due.

Ho scoperto che con i CSS è possibile applicare filtri alle immagini in maniera molto semplice.

Questi sono i filtri disponibili:

filter: none | blur() | brightness() | contrast() | drop-shadow() | grayscale() | hue-rotate() | invert() | opacity() | saturate() | sepia() | url();

A parte il filtro url() gli altri hanno una sintassi molto semplice, e sono tutti filtri "pre-impostati".

Su Windows uso molto ODBC per connettermi a database non Microsoft (Oracle, Informix, ecc).

Quindi, volendo connettere una mia applicazione in C# al db Oracle, posso direttamente usare la connessione ODBC installata sul pc.

Oggi vediamo proprio un esempio di codice per eseguire questa operazione.

La necessità è quella di connettere Python a un database Oracle, su piattaforma Linux.

Avendo già installato unixODBC, ho deciso di usare quella connessione.

Per sapere come installare e configurare unixODBC su Linux per un db Oracle potete vedere qua.

Do quindi per scontato questo passaggio.

Per un programmino che sto facendo in C#, ho la necessità di indentificare tutti i files con una certa estensione in una determinata directory (file doc e docx per la precisione).

Per ottenere questa lista, abbiamo diverse possiblità, sempre usando DirectoryInfo e FileInfo.

Una prima possibilità è usare il metodo GetFiles, che restituisce un array di FileInfo.

Però non mi piace un granchè, perchè lo trovo poco flessibile nel caso di più estensioni (soprattutto quando non simili come nel mio caso).