Loading ...

Google mette a disposzione parecchie API per i suoi servizi; oggi vediamo come usare quelle per Google Drive con Python!

Il punto di partenza, per qualsiasi API, è creare un progetto; potete iniziare con il wizard ufficiale.

Poi andate nella sezione Libreria ed attivate le API che volete, GDrive richiede delle credenziali, che potete creare nella sezione Credenziali.

Create quelle di tipo OAuth; una volta fatto dovete scaricare il file in formato JSON (sempre dalla pagina Credenziali), e salvatelo da qualche parte.

Quando usiamo $.ajax di jQuery, possiamo settare diverse cose in più rispetto alla "scorciatoia" $.getJSON; ad esempio l'header.

O almeno io non sono ci sono riuscito senza l'utilizzo di $.ajaxSetup.

Per visualizzare JSON remoti con Linux, ci basterebbe cURL.

Ma questo non ha opzioni di formattazione, filtro, ecc.

Per operazioni più avanzate possiamo usare jq!

Per installarlo su Debian:

# aptitude install jq

Google mette a disposzione parecchie API per i suoi servizi; oggi vediamo come usare quelle per Google Drive con Java!

Il punto di partenza, per qualsiasi API, è creare un progetto; potete iniziare con il wizard ufficiale.

Poi andate nella sezione Libreria ed attivate le API che volete, GDrive richiede delle credenziali, che potete creare nella sezione Credenziali.

Create quelle di tipo OAuth; una volta fatto dovete scaricare il file in formato JSON (sempre dalla pagina Credenziali), e salvarlo nel vostro progetto (io uso Maven, e quindi l'ho messo dentro alla cartella resources).

Il componente per Android RecyclerView, è quello che sostituisce altri contenitori come ListView.

Se volete usare contenitori con dati "ripetuti" come liste, è altamente consigliato.

Oggi vediamo una sua implementazione in Kotlin; prenderemo i dati da web service in formato JSON usando Anko e Klaxon, e costruiremo un nostro adapter:

  • Anko ci serve per le richieste asincrone (e per il logging, ma non è strettamente necessario)
  • Klaxon per il parsing del JSON