Loading ...

JavaMoney è una libreria molto completa per la gestione delle valute in Java.

Di primo acchitto, non è facilissima da usare.

Vediamo come installarla nel nostro progetto e come usarla con qualche esempio basico.

Se usate Maven, dovete aggiungere questa dipendenza:

        <dependency>
            <groupId>org.javamoney</groupId>
            <artifactId>moneta</artifactId>
            <version>1.3</version>
            <type>pom</type>
        </dependency>

Per eseguire operazioni su Redis con Java ci sono varie librerie; io ho usato Jedis e mi ci sono trovato bene.

Se usate Maven:

        <dependency>
            <groupId>redis.clients</groupId>
            <artifactId>jedis</artifactId>
            <version>2.9.0</version>
        </dependency>

Tra i vari scheduler usabili per Java, ne ho trovato uno ottimo per chi usa cron nei sistemi *NIX: cron4j!

Questa libreria non interagisce con cron, ed infatti è usabile su tutti i sistemi.

Però usa la stessa sintassi; quindi per impostare le schedulazioni, dovete seguire le regole di cron.

Se usate Maven:

        <dependency>
            <groupId>it.sauronsoftware.cron4j</groupId>
            <artifactId>cron4j</artifactId>
            <version>2.2.5</version>
        </dependency>

Mi sono imbattuto in CalendarFX per caso, e ne sono rimasto entusiasta!

In pratica è un componente per JavaFX che funge da calendario.

Potete anche integrarlo con Google Calendar (cosa che prima o poi farò), ed ha tantissime opzioni.

Noi vedremo il basico per farlo funzionare; partiamo da Maven:

    <repositories>
        <repository>
            <id>jcenter</id>
            <url>http://jcenter.bintray.com</url>
        </repository>
    </repositories>

    <dependencies>
        <dependency>
            <groupId>com.calendarfx</groupId>
            <artifactId>view</artifactId>
            <version>8.4.2</version>
        </dependency>
    </dependencies>

I sistemi *NIX hanno un line separator diverso da quelli Windows.

E sicuramente ce ne sono altri sparsi in giro...

Java ha un metodo della classe System che prende il line separator di default del sistema: lineSeparator!

Vediamo due esempi che ci fanno capire come usarlo.

In questo articolo abbiamo visto come creare un file CSV in Java e Apache Commons CSV.

Oggi agigungiamo il metodo per leggerli!

Partiamo da Maven:

        <dependency>
            <groupId>org.apache.commons</groupId>
            <artifactId>commons-csv</artifactId>
            <version>1.5</version>
        </dependency>

Il formato CSV è ancora molto usato, e quindi può essere importante prenderlo in considerazione.

Per creare e leggere file CSV in Java possiamo usare la libreria Apache Commons CSV!

Come vedremo è molto facile da usare.

Oggi vediamo la parte di creazione, prendendo i dati da una List.

SQLite è uno dei database embedded più utilizzati, ed oggi vediamo come usarlo in un'applicazione Java.

Cominciamo con le dipendenze di Maven:

        <dependency>
            <groupId>org.xerial</groupId>
            <artifactId>sqlite-jdbc</artifactId>
            <version>3.21.0.1</version>
        </dependency>

Ho una TableView in JavaFX con una colonna che visualizza i dati di un testo in formato HTML.

Di default vengono mostrati tutti i tag, e quindi HTML non viene renderizzato.

Si può rimediare creando una TableCell personalizzata.

In questo articolo abbiamo visto come usare Nitrite in un'appllicazione desktop in Java.

Oggi vediamo come usare il database in Android.

Useremo sempre Java, anche se in realtà la app è scritta in Kotlin; esiste una estensione per questo linguaggio, ma per semplicità ho preferito usare Java.