Loading ...

Apache GUI è un interfaccia basata su web scritta in Java per amministrare il server Apache.

Me la sto studiando, e di primo acchitto sembra possa essere utile.

Vediamo come installarla su Debian 9.

Come sapete, Apache è in grado di ospitare più siti web usando i virtual hosts.

L'altro giorno stavo smanettando su un server un pò ingarbugliato, e cercavo di capire quanto vhosts avesse attivi.

Mi è venuto in soccorso il comando apache2ctl!

Oggi avevo bisogno di convertire velocemente un piccolo db SQLite in MySQL.

Girovagando mi sono imbattutto in RebaseData, che in pratica mette a disposizione diversi tipi di conversione tra database.

Il modulo che andiamo a vedere oggi, ci permette di controllare il paese di appartenza dell'IP che fa una richiesta al server Apache.

Il nome del modulo cambia a seconda della distribuzione; noi lo usiamo su Debian 9.

Inoltre, come potete vedere dalla documentazione, noi ci rieferiamo alla versione legacy di GeoIP.

Per reperrire la dimensione de database in Redis, abbiamo a disposizione due comandi:

  • DBSIZE
  • INFO

Il primo restituisce il numero di chiavi nel database corrente.

Il secondo, in realtà, restituisce diverse informazioni.

In questo articolo abbiamo visto come installare Caddy web server, un web/proxy server scritto in Go.

Oggi vediamo come configurarlo per PHP.

Iniziamo con l'installare PHP e PHP-FPM:

# aptitude install php7.0-fpm php7.0-cli curl

Redis ha determinati strumenti per visualizzare informazioni sui client connessi.

Oggi vediamo come visualizzare quelli connessi, con diversi campi; la descrizine la potete vedere qua sotto (ripresa dalla documentazione ufficiale):

    id: an unique 64-bit client ID (introduced in Redis 2.8.12).
    addr: address/port of the client
    fd: file descriptor corresponding to the socket
    age: total duration of the connection in seconds
    idle: idle time of the connection in seconds
    flags: client flags (see below)
    db: current database ID
    sub: number of channel subscriptions
    psub: number of pattern matching subscriptions
    multi: number of commands in a MULTI/EXEC context
    qbuf: query buffer length (0 means no query pending)
    qbuf-free: free space of the query buffer (0 means the buffer is full)
    obl: output buffer length
    oll: output list length (replies are queued in this list when the buffer is full)
    omem: output buffer memory usage
    events: file descriptor events (see below)
    cmd: last command played

Se usiamo uno strumento come phpMyAdmin è molto semplice visualizzare tutte le righe di un database MariaDB (e MySQL).

Ma se volessimo avere questa informazione da query?

COMMIT è istruzione SQL che termina le transazioni in database relazionale.

Se volessimo descriverla in parole povere, potremmo identificarla come una istruzione per confermare determinate operazioni, che vanno da complesse procedure, a semplice istruzioni come cancellazione di record.

Questo fa si che potete tornare indietro prima di confermare; in sostanza potete fare la ROLLBACK.

Ogni DBMS ha un suo modo di usare le COMMIT.

GoAccess è descritto come un web log analyzer in tempo reale.

Viene usato da terminale, con output gradevole, e può esportare il tutto in HTML.

Anche i report HTML sono molto completi e facilmente leggibili; sembrano dei veri e prorpi siti web.