Loading ...

Mi sono imbattutto in questa libreria che ci permette di creare schedulazioni per cron usando Ruby: whenever!

Per installarla possiamo usare gem:

$ sudo gem install whenever

La connessione a Redis con Ruby è abbastanza semplice, in quanto il modulo che andremo a vedere ha tutte le funzioni che rispecchiano quelle del db.

Prima di tutto installiamo la gem:

$ sudo gem install redis

Google mette a disposzione parecchie API per i suoi servizi; oggi vediamo come usare quelle per Google Calendar con Ruby!

Il punto di partenza, per qualsiasi API, è creare un progetto; potete iniziare con il wizard ufficiale.

Poi andate nella sezione Libreria ed attivate le API che volete; Google Calendar richiede delle credenziali, che potete creare nella sezione Credenziali.

Create quelle di tipo OAuth; una volta fatto dovete scaricare il file in formato JSON (sempre dalla pagina Credenziali), e salvatelo da qualche parte.

Google mette a disposzione parecchie API per i suoi servizi; oggi vediamo come usare quelle per Google Drive con Ruby!

Il punto di partenza, per qualsiasi API, è creare un progetto; potete iniziare con il wizard ufficiale.

Poi andate nella sezione Libreria ed attivate le API che volete; GDrive richiede delle credenziali, che potete creare nella sezione Credenziali.

Create quelle di tipo OAuth; una volta fatto dovete scaricare il file in formato JSON (sempre dalla pagina Credenziali), e salvatelo da qualche parte.

Per gestire la clipboiard in Ruby, possiamo installare una gem molto facile da usare:

# gem install clipboard

Ha solo tre metodi:

  • Clipboard.copy
  • Clipboard.paste
  • Clipboard.clear

Da quanto ho capito esistono diverse librerie per usare GitHub con Ruby; io ho provato github_api!

Ad essere sincero, non l'ho trovata molto intuitiva; ma è anche vero che io con Ruby faccio un pò a cazzotti...

Comunque, vediamo un esempio.

Ruby ha diversi moduli per la connessione a PostgreSQL, di cui ruby-pg è uno dei più usati!

Vediamo come installarlo ed eseguire la connessione al db.

Prima di tutto dobbiamo accertarci di avere installato il pacchetto libpqxx; il nome cambia tra le distro, qui siamo su Arch Linux:

# pacman -S libpqxx

Da quanto ho capito, per eseguire il parsing dei file YAML in Ruby, no c'è da installare nulla.

Il modulo è già presente.

Mustache è uno dei template engine più utilizzati, anche perchè supporta una pletora di linguaggi.

Oggi ne vediamo un esempio in Ruby!

Prima di tutto installiamo la libreria con GEM:

$ gem install mustache

Volenti o nolenti, il pattern Singleton è molto utilizzato.

Oggi vediamo la sua implementazione in Ruby.