Ho scoperto un programmino abbastanza utile per Linux, che in pratica è una interfaccia per i motori di ricerca più famosi, usando la riga di comando: Surfraw!

Da quanto ho capito, la prima versione è stata creata da Julian Assange; adesso non so da chi è mantenuta.

Comunque per installarlo su Arch Linux:

# pacman -S surfraw

Praticamente tutti gli utenti Linux conoscono il comando df, che ci permette di verificare lo spazio libero su disco.

Ho trovato un'ottima alternativa scritta in Python: Pydf!

L'installazione è molto semplice; su Debian:

# aptitude install pydf

Da ImageMagick abbiamo già parlato più volte: strepitoso programma per la manipolazione delle immagini per Linux (e non solo in verità).

Non è facilissimo da usare, visto le opzioni che ha, però può fare veramente tutto.

Qua vediamo come applicare un watermark ad una imamgine.

Monitorare le operazioni di I/O non è mai facilissimo.

Ho scoperto un programma, comunque di non facilissima lettura, ma con tantissime opzioni che ci può aiutare: iostat!

Questo comando fa parte del pacchetto sysstat.

Per installarlo su Ubuntu e Debian:

# aptitude intall sysstat

Spesso, per leggere il contenuto di un file da terminale su Linux, viene usato cat.

Però cat si limita a mandare in output il testo, e non esegue nessuna formattazione; quindi se il testo è molto lungo (o meglio le righe sono molto lunghe), può risultare scomodo leggere il testo.

E' possibile risolvere questo problema con il comando fold!

Per controllare lo stato corrente di Apache, compreso l'uptime, in Linux, abbiamo diversi modi.

Alcuni comandi non saranno disponibili nel caso di versioni più vecchie di Linux (può accadere soprattutto se siamo in ambito server).

Comunque vediamo quali comandi ci possono aiutare:

  • systemctl
  • apachectl
  • ps

Come sempre, faccio la doverosa premessa che so bene che BSD e Linux sono due cose diverse.

Ma al momento ho pochissimi articoli su BSD, e non la uso praticamente mai; un giorno aprirò una categoria dedicata.

Detto ciò, vediamo come risolvere il problema di oggi: trovare e rimuovere tutte le dipendenze inutlizzate su FreeBSD usando pkg!

Uno degli aspetti miglrio di Vim è la sua configurabilità.

Oggi vediamo come cambiare tema (color scheme).

Dovevo controllare alcune cose su due server con CentOS.

Ma non sapevo quale versione fosse installata.

E il classico comando uname non mi veniva in aiuto.

Sono alle prese con il controllo di un server basato su CentOS 6.

Volevo installare CalmAV, ma non trovava il pacchetto.

Alla fine ho capito che dovevo prima abilitare i repo EPEL:

# yum install epel-release -y