Loading ...

Dart è definito come linguaggio "opzionalmente tipizzato".

Quindi anche le collezioni in Dart possono essere eterogenee.

Ma se vogliamo possiamo tipizzarle usando i Generics.

Oggi vediamo un semplice utilizzo delle classi in Dart.

Soprattutto mi ha colpito l'impostazione dei metodi getter e setter, abbastanza diversi a quelli a cui sono abituato in altri linguaggi.

Quello che vogliamo creare è un classico layout master-detail in Flutter, senza l'ausilio di qualche sorta di designer (sempre se ne esistono).

Cominciamo col creare una nostra classe "POJO":

import 'package:meta/meta.dart';

class Nota {
  Nota({
    @required this.id,
    @required this.titolo,
    @required this.testo,
  });

  final int id;
  final String titolo;
  final String testo;
}

final List<Nota> note = <Nota>[
  Nota(id: 1, titolo: "UNO", testo: "TESTO 1"),
  Nota(id: 2, titolo: "DUE", testo: "TESTO 2")
];

Le funzioni ricorsive vengono utilizzate per tantissimi scopi, e oggi ne vediamo un esempio in Dart.

Come esempio calcoleremo il fattoriale di un numero passato come parametro (l'esempio più classico).

Seguendo tutte le linee guida ufficiali, ho installato Flutter in maniera molto veloce.

Peccato che dopo aver avviato la app mi usciva questo errore:

couldn't locate lint-gradle-api-26.1.2.jar

Gli enum sono disponibili per praticamente qualsiasi linguaggio, Dart compreso.

Oggi vediamo un esempio basico di enum in Dart.

Prima visualizzeremo tutti i valori insieme.

Oggi vediamo due esempi veloci sull'utilizzo delle mappe in Dart.

Una Map è un oggetto composto da record chiave/valore, dove entrambi possono essere di qualsiasi tipo.

Inoltre, come vediamo nell'esempio sotto, abbiamo anche più di una modalità per creare un Map.

Visto che Google sta spingendo parecchio su Dart, anche lato mobile, ho deciso di dargli un'occhiata.

Nel complesso mi sembra un linguaggio abbastanza completo e facile da imparare.

Al momento lo sto studiando solo lato console, ma penso mi spingerò oltre visto le prime impressioni.

Oggi vediamo come usare le liste; sostanzialmente le associamo agli array / gruppo di oggetti, sul quale possiamo fare svariate operazioni.