Android Studio è diventato l'IDE per eccellenza nello sviluppo di app per Android.

Utilizza gradle per gestire le dipendenze, ed inizialmente non lo trovo di facile approccio; ad esempio nell'aggiunta di librerie esterne.

Oggi vediamo come eseguire questa operazione in due modi distinti.

Oggi vediamo qualche esempio introduttio alla libreria Volley, una delle librerie più usate per richieste HTTP in Android.

E' talmente usata, che ha anche una pagina sulla documentazione ufficiale di Android.

Per installare la lilbreria, se usate Android Studio, aggiungete questa riga al file build.gradle (Module: app):

dependencies {
    ..............
    compile 'com.android.volley:volley:1.0.0'
    ..............
}

Bene, a questo vediamo un esempio banale di richiesta GET.

Nelle ultime versioni dell'SDK, sono state fatte pesanti modifiche a tutta la parte che riguarda le richieste HTTP.

Ma, a quanto pare, ancora non si è raggiunta l'efficienza di alcune librerie esterne.

Oggi ne vediamo una, con un esempio easy: OkHttp!

Per usare la libreria, potete scaricare il jar dal sito ufficiale, oppure usare Gradle.

In questo caso aggiungete questa riga nel build.gradle (Module: app):

dependencies {
    ................
    compile 'com.squareup.okhttp3:okhttp:3.5.0'
    ................
}

L'altro giorno stavo cercando di avviare una macchina virtuale in VirtualBox che avevo usato fino al giorno prima.

Ma non riuscivo in quanto mi dava questo errore:

Failed to open a session for the virtual machine
MachineName
 
VT-x is being used by another hypervisor.
(VERR_VMX_IN_VMX_ROOT_MODE).

Mi è capitato varie volte di dover accedere ad un sito censurato nella mia regione (dove regione è da intendersi anche come area).

Ho scoperto che in questi possiamo risolvere usando Lantern!

Si tratta di un software open source e multi-piattaforma, disponibile per Linux, Windows, Mac OS X e Android.