Loading ...

In questo articolo abbiamo visto come usare Nitrite in un'appllicazione desktop in Java.

Oggi vediamo come usare il database in Android.

Useremo sempre Java, anche se in realtà la app è scritta in Kotlin; esiste una estensione per questo linguaggio, ma per semplicità ho preferito usare Java.

Praticamente qualsiasi app ad oggi richiede una connessione a internet; è quindi molto probabile che dobbiamo fare un controllo preventivo prima di cercare di mandare / ricevere dati.

Oggi vediamo come fare questo controllo sulle nostre app Android usando Kotlin.

Prima di tutto ricordatevi che dovete impostare i permessi nel manifest:

<uses-permission android:name="android.permission.INTERNET" />
<uses-permission android:name="android.permission.ACCESS_NETWORK_STATE" />
<uses-permission android:name="android.permission.ACCESS_WIFI_STATE" />

Il componente per Android RecyclerView, è quello che sostituisce altri contenitori come ListView.

Se volete usare contenitori con dati "ripetuti" come liste, è altamente consigliato.

Oggi vediamo una sua implementazione in Kotlin; prenderemo i dati da web service in formato JSON usando Anko e Klaxon, e costruiremo un nostro adapter:

  • Anko ci serve per le richieste asincrone (e per il logging, ma non è strettamente necessario)
  • Klaxon per il parsing del JSON

Di default i RadioButton di Android sono rosa; non che siano brutti, ma non è detto che vadano bene con il resto del layout.

Ma per modificarne il colore non basta impostare il classico colore di sfondo, ma bisogna lavorare sugli stili.

Non è assolutamente complicato e ve lo dimostro.

Quando aggiungiamo una Activity in Android, dobbiamo aggiungerla anche nel manifest; una cosa del genere già basta:

<activity android:name=".ClientiActivity"></activity>

E fin qui, bene o male lo sappiamo.

Il problema è che se arriviamo da un'altra Activity, non abbiamo il back button nella toolbar.