Ho trovato un programmino che ci permette di identificare risorse non sicure su siti che girano su HTTPS: InsecRes!

E' scritto in GO, e quindi dovrebbe essere multipiattaforma.

I comandi di esempio sono su Ubuntu.

Il JDK arriva con diversi comandi utili a disposizione.

Uno di questi è javap, che permette di disassemblare i file Java compilati (i .class per intenderci).

Ho scoperto che Chrome ha anche una sua cache DNS.

Quindi, se abbiamo la necessità di svuotare la cache DNS di sistema per qualche motivo, dobbiamo anche controllare quella di Chrome.

Installando i plugin giusti, possiamo trasformare Firefox in un programma tutto fare.

Possiamo addirittura ripulire i dati EXIF dalle immagini che abbiamo sul nostro pc.

Per dati EXIF si intendono tutti quei metadati salvati nelle immagini.

Quando si usa il client da riga di comando, GIT richiede sempre le credenziali quando si connette al repo remoto.

E' possibile cambiare questo comportamento e memorizzare le credenziali; in questo modo non le richiederà più.

Ho scoperto per caso questo programma, e devo dire che lo trovo ottimo: PDFsam!

E' disponibile per diverse piattaforme, anche se lo sto usando solo su Linux.

Per installarlo su Archlinux:

# pacman -Sy pdfsam

Ogni tanto scopro delle nuove cose che si possono fare con FFmpeg, e rimango sempre positivamente impressionato.

Ad esempio, ho scoperto che è possibile registrare il dekstop; screencast in pratica.

Vediamo qualche esempio su Linux, Windows e macOS.

Considerate, però, che io l'ho testato solo su Linux.

PIP è un package manager per Python (sia versione 2 che 3) edè molto utilizzato.

Solo che la ricerca delle librerie è un pò "strana" e a volte da risultati non proprio precisi.

Ad esempio:

$ pip search PIL

Dalla versione 5.3 è possibile usare l'interfaccia Ribbon anche in LibreOffice.

La Ribbon UI, per chi non lo sapesse, è quella impostata in MS Office dalla versione 2007.

Su questa UI ognuno dice la sua, ma vale la pena provarla.

Da Wikipedia:

Apache Solr (pronunciato come /soʊlə/,/soʊlər/, soh-lər) è una piattaforma di ricerca open source del progetto Apache Lucene, in origine creato nel 2004 da Yonik Seeley alla CNET Networks. La sua caratteristica principale è la presenza di ricerca full text, hit highlighting, faceted search, raggruppamento dinamico, integrazione con le basi di dati, gestione di documenti "ricchi" (come documenti word e pdf). Fornisce una ricerca distribuita e la replicazione dell'indice. Solr è altamente scalabile.

Visto che di base non è difficile da installare, configurare ed usare, ho deciso di dargli un'occhiata.

Inoltre, da quanto ho capito, è anche possibile connetterlo a vari database, oltre al fatto che crea già un servizio REST completo, e questo lo rende ancora più interessante.