Loading ...

Sto testando LSD (LSDeluxe) su Linux, e lo trovo molto interessante.

In pratica si tratta di un ls scritto in Rust, ma con alcune peculiarità interessati (come le icone ad esempio).

Il suo utilizzo è identico a quello di ls, ma vediamo come installarlo.

Su Android è possibile salvare i dati in diverse maniere:

  • persistenza su file system
  • database
  • shared preference

Oggi vediamo la prima modalità usando la libreria Kripton, disponibile sia per Kotlin che per Java (quello che useremo noi).

Ho scoperto per Python la libreria PyPDF2, che ci permette di fare praticamente qualsiasi operazionei sui PDF.

Oggi vediamo come unirli.

Prima di tutto installiamola:

# pip3 install PyPDF2

Di Google Drive ne abbiamo parlato diverse volte.

Oggi vediamo come caricare dei filese usando PHP; per la prima configurazione vi rimando alla documentazione ufficiale.

L'unica cosa che dovete modificare del codice che trovate è la riga che riguarda lo scope:

$client->setScopes(Google_Service_Drive::DRIVE_FILE);

Sia il JSON che il CSV sono formati standard usati praticamente ovunque.

Da un web service ricevo i dati in JSON, ed ho bisogno di convertirli in CSV.

Il tutto in un'applicazione scritta in PHP.

Dart supporta la programmazione asincrona di default; per farlo usa la classe Future!

Questa classe ci permette di eseguire una operazione anche dopo la fine del codice.

Detto così è un pò difficile da capire, quindi passiamo ad un esempio.

ethtool è una utility da riga di comando per Linux, che ci permette di di interrogare (e volendo anche modificare) le nostre schede di rete.

Dovrebbe essere disponibile nei repo ufficiali.

Per installarlo su Arch Linux:

# pacman -Sy ethtool

Ho scoperto per Python la libreria PyPDF2, che ci permette di fare praticamente qualsiasi operazionei sui PDF.

Oggi vediamo come splittarne uno, creandone un nuovo per ogni pagina trovata.

Quindi fate un test con un PDF con poche pagine....

Prima di tutto installiamola:

# pip3 install PyPDF2

Ovviamente non intendo sul terminale di una distro Linux avviata con un desktop environment; ma parlo di usare il mouse in una distribuzione che usa solo il terminale, e che non si avvia con DE (ad esempio un server, o quando lanciamo la distro in modalità recovery).

In pratica GPM (General Mouse Purpose) ci consente di usare comunque il mouse per fare tutte le operazioni standard (copia/incolla ad esempio).

Piccolo snippet di codice per il weekend.

Molto semplicemente, come prendere l'ultimo carattare di una QString.