Loading ...

La maggior parte dei linguaggi ha a disposizione due funzioni distinte per stampare in console: una andando a capo in automatico ed una no.

In Swift la funzione print va a capo in automatico, e non c'è la versione per non andare a capo.

In sostanza:

print("Ciao");
print("come");
print("stai?");

Ciao
come
stai?

Cron è uno schedulatore per sistemi *NIX.

Abbiamo anche visto alcune sue implementazioni in alcuni linguaggi, ed oggi vediamo come usare la sua sintassi in ambito Node.js.

Per farlo usiamo node-cron:

# npm install cron

Dart mette a disposizione la classe Directory per gestire le cartelle.

Oggi vediamo come crearle.

Tra l'altro, vedremo anche c'è la possibilità di creare in automatico eventuali sotto cartelle.

Shopt è un comando builtin che ci permette di attivare / disattivare diverse opzioni della BASH.

Per vedere le opzioni correnti basta dare il comando:

$ shopt
autocd         	off
assoc_expand_once	off
cdable_vars    	off
cdspell        	off
checkhash      	off
checkjobs      	off
checkwinsize   	on
cmdhist        	on
compat31       	off
compat32       	off
compat40       	off
compat41       	off
compat42       	off
compat43       	off
compat44       	off
complete_fullquote	on
direxpand      	off
dirspell       	off
dotglob        	off
execfail       	off
expand_aliases 	on
extdebug       	off
extglob        	off
extquote       	on
failglob       	off
force_fignore  	on
globasciiranges	on
globstar       	off
gnu_errfmt     	off
histappend     	off
histreedit     	off
histverify     	off
hostcomplete   	on
huponexit      	off
inherit_errexit	off
interactive_comments	on
lastpipe       	off
lithist        	off
localvar_inherit	off
localvar_unset 	off
login_shell    	off
mailwarn       	off
no_empty_cmd_completion	off
nocaseglob     	off
nocasematch    	off
nullglob       	off
progcomp       	on
progcomp_alias 	off
promptvars     	on
restricted_shell	off
shift_verbose  	off
sourcepath     	on
xpg_echo       	off

You-Get è un programma di riga di comando che ci consente di scaricare diversi media dal web usando la riga di comando.

Si basa su Python 3 e FFmpeg, e quindi è potenzialmente multi-piattaforma.

Per installarlo possiamo usare pip:

# pip3 install you-get

Su Arch Linux potete anche usare i repo ufficiali:

# pacman -Sy you-get

Su Linux abbiamo la suite poppler che ci permette di eseguire diverse operazioni sui PDF.

Oggi vediamo come convertirli in immagini.

E' probabile che poppler sia già installato.

Open Library è uno sito web che si propone di creare una spece di libreria virtuale, mettendo a disposizione lìinterrogazione del suo database.

Da quanto ho capito è un progetto patrocinato da Internet Archive, e dispone anche di alcune API da usare liberamente (c'è un aggiornamento di questo che risale al 2018).

Questo un link per visualizzare le informazioni cercando per ISBN: https://openlibrary.org/isbn/ISBN.

Mi sono imbattuto in exa, un comando che si prefigge di sostituire il comando ls, senza ovviamente eliminare quest'ultimo.

Sostanzialmente fanno la stessa cosa, ma exa ha delle extra opzioni.

E' disponibile per Linux e macOS.

Per installarlo su Arch Linux:

# pacman -Sy exa

Tokei è una piccola utility scritta in Rust, che ci mostra diverse staitistiche sul codice sorgente.

Potete installarlo tramite cargo:

# cargo install tokei

I Set in Swift sono delle collezioni di elementi univoci non ordinati.

Sostanzialmente hanno lo stesso concetto di tutti gli altri linguaggi di programmazione.

Oggi vediamo come usarli.