Loading ...

Il titolo è un pò generico perchè andremo ad esplorare brevemente la libreria convert di Dart, che in pratica possiede degli encoders / decoders per diverse conversioni.

Noi vedreremo come convertire JSON ed UTF8, che sono poi le operazioni che si fanno di più con questa libreria.

Per motivi lavorativi sono approdato al VB.NET.

Non era nei miei obiettivi, ma a questo punto ne approfitto!

Oggi vediamo come riempire una DropDownlist in Asp.NET da database.

Quindi, nella pagina avremmo una cosa del genere:

<asp:DropDownList runat="server" ID="dropCategorie" required></asp:DropDownList>

Log.io è un programma scritto in Node.js che ci permette di visualizzare i log in tempo reale.

Essendo basato su Node.js, dovrebbe essere teoricamente multi piattaforma.

Ma io l'ho testato solo su Linux, e non saprei come funziona sugli altri OS.

Era da parecchio che non usavo SQL Server, e devo dire che non mi sto trovando male (sicuramente meglio che con Oracle).

Oggi vediamo come creare le Stored Procedure.

Ne vedremo due esempi: una per l'estrazione dati, e l'altra per l'inserimento.

In entrambi i casi abbiamo dei parametri fissi per visualizzare eventuali errori.

La classe Directory di Dart ci permette facilmente di listare i files in una cartella.

Inoltre ci da la possibilità di farlo in maniera ricorsiva molto facilmente.

La maggior parte dei linguaggi ha a disposizione due funzioni distinte per stampare in console: una andando a capo in automatico ed una no.

In Swift la funzione print va a capo in automatico, e non c'è la versione per non andare a capo.

In sostanza:

print("Ciao");
print("come");
print("stai?");

Ciao
come
stai?

Cron è uno schedulatore per sistemi *NIX.

Abbiamo anche visto alcune sue implementazioni in alcuni linguaggi, ed oggi vediamo come usare la sua sintassi in ambito Node.js.

Per farlo usiamo node-cron:

# npm install cron

Dart mette a disposizione la classe Directory per gestire le cartelle.

Oggi vediamo come crearle.

Tra l'altro, vedremo anche c'è la possibilità di creare in automatico eventuali sotto cartelle.

Shopt è un comando builtin che ci permette di attivare / disattivare diverse opzioni della BASH.

Per vedere le opzioni correnti basta dare il comando:

$ shopt
autocd         	off
assoc_expand_once	off
cdable_vars    	off
cdspell        	off
checkhash      	off
checkjobs      	off
checkwinsize   	on
cmdhist        	on
compat31       	off
compat32       	off
compat40       	off
compat41       	off
compat42       	off
compat43       	off
compat44       	off
complete_fullquote	on
direxpand      	off
dirspell       	off
dotglob        	off
execfail       	off
expand_aliases 	on
extdebug       	off
extglob        	off
extquote       	on
failglob       	off
force_fignore  	on
globasciiranges	on
globstar       	off
gnu_errfmt     	off
histappend     	off
histreedit     	off
histverify     	off
hostcomplete   	on
huponexit      	off
inherit_errexit	off
interactive_comments	on
lastpipe       	off
lithist        	off
localvar_inherit	off
localvar_unset 	off
login_shell    	off
mailwarn       	off
no_empty_cmd_completion	off
nocaseglob     	off
nocasematch    	off
nullglob       	off
progcomp       	on
progcomp_alias 	off
promptvars     	on
restricted_shell	off
shift_verbose  	off
sourcepath     	on
xpg_echo       	off

You-Get è un programma di riga di comando che ci consente di scaricare diversi media dal web usando la riga di comando.

Si basa su Python 3 e FFmpeg, e quindi è potenzialmente multi-piattaforma.

Per installarlo possiamo usare pip:

# pip3 install you-get

Su Arch Linux potete anche usare i repo ufficiali:

# pacman -Sy you-get