Loading ...

Google Guava è una libreria per Java con diverse utilità.

Oggi vediamo come usare gli Optional.

Se usate Maven aggiungete questa dipendenza:

        <!-- https://mvnrepository.com/artifact/com.google.guava/guava -->
        <dependency>
            <groupId>com.google.guava</groupId>
            <artifactId>guava</artifactId>
            <version>27.0-jre</version>
        </dependency>

Apache Commons DbUtils è una libreria per Java per gestire le operazioni su database attraverso JDBC.

Nasce con lo scopo di migliorare gli strumenti standard di Java, e mi sembra che ci riesca.

Oggi vediamo come usarla connettendeci ad un database Oracle; ma usando JDBC, la possiamo usare per tutti i database compatibili.

Identificare la risoluzione dello schermo in Java è molto semplice usando il package AWT.

Il tutto sta nella classe Toolkit e i suoi metodi statici.

Lanterna è una libreria per Java che ci permette di creare delle interfacce testuali simili a quelle create con curses.

Ma questa a descrizione è molto restrittiva, in quanto Lanterna è in grado ci creare anche dei layout complessi, con finestre, pannelli, file dialog, ecc.

Inoltre, è anche possibile usare le stesse classi di Swing (ma non è obbligatorio).

JavaMoney è una libreria molto completa per la gestione delle valute in Java.

Di primo acchitto, non è facilissima da usare.

Vediamo come installarla nel nostro progetto e come usarla con qualche esempio basico.

Se usate Maven, dovete aggiungere questa dipendenza:

        <dependency>
            <groupId>org.javamoney</groupId>
            <artifactId>moneta</artifactId>
            <version>1.3</version>
            <type>pom</type>
        </dependency>

Per eseguire operazioni su Redis con Java ci sono varie librerie; io ho usato Jedis e mi ci sono trovato bene.

Se usate Maven:

        <dependency>
            <groupId>redis.clients</groupId>
            <artifactId>jedis</artifactId>
            <version>2.9.0</version>
        </dependency>

Tra i vari scheduler usabili per Java, ne ho trovato uno ottimo per chi usa cron nei sistemi *NIX: cron4j!

Questa libreria non interagisce con cron, ed infatti è usabile su tutti i sistemi.

Però usa la stessa sintassi; quindi per impostare le schedulazioni, dovete seguire le regole di cron.

Se usate Maven:

        <dependency>
            <groupId>it.sauronsoftware.cron4j</groupId>
            <artifactId>cron4j</artifactId>
            <version>2.2.5</version>
        </dependency>

Mi sono imbattuto in CalendarFX per caso, e ne sono rimasto entusiasta!

In pratica è un componente per JavaFX che funge da calendario.

Potete anche integrarlo con Google Calendar (cosa che prima o poi farò), ed ha tantissime opzioni.

Noi vedremo il basico per farlo funzionare; partiamo da Maven:

    <repositories>
        <repository>
            <id>jcenter</id>
            <url>http://jcenter.bintray.com</url>
        </repository>
    </repositories>

    <dependencies>
        <dependency>
            <groupId>com.calendarfx</groupId>
            <artifactId>view</artifactId>
            <version>8.4.2</version>
        </dependency>
    </dependencies>

I sistemi *NIX hanno un line separator diverso da quelli Windows.

E sicuramente ce ne sono altri sparsi in giro...

Java ha un metodo della classe System che prende il line separator di default del sistema: lineSeparator!

Vediamo due esempi che ci fanno capire come usarlo.

In questo articolo abbiamo visto come creare un file CSV in Java e Apache Commons CSV.

Oggi agigungiamo il metodo per leggerli!

Partiamo da Maven:

        <dependency>
            <groupId>org.apache.commons</groupId>
            <artifactId>commons-csv</artifactId>
            <version>1.5</version>
        </dependency>