Vorrei testare un pò PostegreSQL, e così l'ho installato su Ubuntu in virtuale.

Vediamo i passi base da eseguire.

Prima di tutto installiamolo:

# aptitude install postgresql

In pratica ho la necessità di creare un numero random da inserire in una tabella in MariaDB (MySQL), ma il numero non deve essere già presente.

Per creare un numero random possiamo usare la funzione RAND.

Le funzioni, in qualsiasi database, non possono restituire più di un record.

Nel caso in cui la SELECT restituisca più record, Oracle va in eccezione con l'errore TOO_MANY_ROWS.

E' possibile intercettare questa eccezione, e agire di conseguenza.

Anche Oracle, come praticamente tutti i db server, è in grado di gestire le tabelle temporanee.

Queste si cancellano al momento della chiusura della sessione.

E questo è l'unico punto che ancora non ho ben capito; perchè alla chiusura e riapertura di SQL Developer, la tabella stava ancora la.

Da quanto ho capito le sessioni non scadono subito, ma dopo un tot di tempo; quindi considerate l'eventuale cancellazione della tabella quando avete finito, in modo da non rishciare di incastrarvi.

In genere uso MariaDB come database, ma esplorare anche altre soluzioni non fa male.

Oggi vediamo come installare PostgreSQL in Debian 9.

# aptitude update
# aptitude install postgresql

Su un server con Debian, devo eseguire degli script in Python.

Non c'è la necessità di installare tutto un framework, ma mi basta richiamarli al volo.

Python rientra negli script CGI, e quindi va configurato.

In Oracle è abbastanza semplice controllare le connessioni attive interrogando V$SESSION.

Ad esempio:

SELECT * FROM v$session 
WHERE username IS NOT NULL 
ORDER BY username ASC;

Oggi avevo la necessità di eliminare tutte le sessioni PHP di Apache, senza riavviare il server.

Come fare?

Quando usate le sessioni in PHP, in accoppiata con Apache, PHP salva diversi file in /var/lib/php5/sessions.

Ho scoperto che esiste un client da riga di comando per MariaDB (e MySQL) con l'auto-completion: MyCLI!

Solo che installarlo è stato più complicato del previsto, in quanto non è presente nei repo di Debian 8 (al contrario di quello che dicono tutte le guide che ho letto).

Per monitorare un database MariaDB (e MySQL ovviamente) ci sono diversi strumenti a disposizione.

Il primo in assoluto è ovviamente mysqladmin, che fa parte dei tools di base di MariaDB.

Solo che non è facilissimo da usare, nel senso che bisogna conoscere molto bene dove andare a prelevare i dati, le query, ecc.