Nelle versioni precedenti alla 5, per suddividere la pagina in più parti, si usavano i frame.

Nella versione 5 dell'HTML, e con l'avvento dei CSS 3, i frame risultano deprecati.

In alcuni casi, però, può risultare comodo avere le stesse funzionalità dei frame, senza doverli usare.

Girovagando ho trovato un plugin per jQuery che fa proprio questo: Splitter!

Vediamo un piccolo snippet di codice in Python per identificare l'estensione di un file.

Sicuramente ci sono vari modi per farlo, ma usando il modulo os.path è molto semplice.

Possiamo usare la funzione splitext, che in pratica spezza in due il risultato:

  • il nome del file completo di path
  • l'estensione del file

La così detta "tokenization" è un processo attraverso il quale spezziamo la stringa in più parti, dove ogni parte è appunto chiamata token.

Java ci mette a disposizione la classe StringTokenizer per spezzare la stringa in token, ed è molto facile usarla.

Se state obbiettando che già possiamo String.split, vi dico che in parte avete ragione, ma ci stanno delle differenze in termini di flessibilità e performance.

Qui potete un articolo che mostra alcune differenze.

Oggi vi propngo tre metodi per estrarre il dominio da un URL in C#.

A me personalmente piace più il primo, in quanto è anche il più semplice.

Inoltre non tutti e tre danno il medesimo risultato:

  • www.google.it
  • www.google.it
  • http://google.it

Avevo già parlato di come dividere i file usando Linux.

Solo che in quell'articolo ho usato split che è un programma che si usa da terminale.

Per gli amanti delle applicazioni grafiche in giro ho trovato Gnome split.

Per installarlo su Archlinux potete usare yaourt in quanto il pacchetto lo trovate su AUR:

# yaourt -S gnome-split

Su Ubuntu invece dobbiamo aggiungere un repo apposito:

# add-apt-repository ppa:gnome-split-team/ppa

# aptitude update

# aptitude install gnome-split

Il programma è scritto in Java con le librerie GTK+, ed offre diverse opzioni.