RPM sta per Red Hat Package Manager, e le distro basate su RPM sono diverse, tra cui:

  • OpenSUSE
  • Fedora
  • CentOS
  • e le rispettive versioni enterprise

Ad oggi è poco utilizzato, in quanto gli si preferiscono programmi tipo YUM e DFN, che comunque sono basati su di esso.

(Un pò come DPKG in sostanza).

Ma ci sono vari casi in cui ci tocca usarlo, e quindi vediamo qualche comando base.

L'altro giorno ho installato Fedora 17 sul mio portatile da test.

Non che mi piaccia molto come distro, però la provo sempre e devo dire che la versione con LXDE non è male.

Detto ciò ho voluto provare l'ultima versione di OO.org, quella targata Apache.

Nei repo non c'è niente a riguarda e quindi ho fatto un'installazione manuale.

Prima di tutto scaricate il file rpm da qua: download.

VLC, un dei migliori player multimediali, non è incluso nei repo ufficiali di Fedora e quindi non immediatamente disponibile per il download.

Quindi bisogna aggiungere alcuni repo (cosa che in Fedora sta diventando una cosa ricorrente ormai anche i pacchetti più classici com Chromium).

Forse se installate da DVD potete configurare tali repo in fase di installazione; io però ho usato la LXDE Spin e non ho avuto questa possibilità.

Ho trovato un ottimo programma per estrarre gli archivi da riga di comando senza usare tar (che ha dei comandi che io non riesco mai a ricordare).

Può essere molto comodo in tutti i casi in cui si può usare uno strumento grafico.

Supporta praticamente tutti i formatitar(bzip2,7zip,deb,rpm,zip,rar,etc...) e l'installazione è molto semplice:

# aptitude update && aptitude install dtrx (su Ubuntu)

# yaourt -S dtrx (su Archlinux si trova in AUR)

Facciamo qualche esempio.