Le risposte dei server alle richieste HTTP, possono essere varie.

Ultimamente, facendo un pò di esperimenti con dei miei programmi, mi è capitato di ritrovarmi con i più disparati Staus Code senza sapere a cosa servissero.

Ho deciso di riportarvi i vari code con relative descrizioni.

Innanzitutto gli Status Code sono dei numeri di tre cifre, dove la prima identifica la classe di appartenenza (che vedremo sotto), mentre le altre due non hanno una vera e propria categorizzazione.

Per quanto riguarda le classi, ne troviamo cinque:

S.N.Code and Description
1 1xx: Informational
La richiesta è stata ricevuta e il processo continua
2 2xx: Success
La richiesta è stata ricevuta e approvata
3 3xx: Redirection
Per completare la richiesta sono necessarie altre azioni
4 4xx: Client Error
La richiesta ha degli errori o non può essere soddisfatta
5 5xx: Server Error
La richiesta apparentemente valida non può essere soddisfatta

Il prorammatore web non ha ovviamente il dovere di ricordarsele tutte, e non c'è la necessità di istruire i programmi a riconoscerle.

In genere si impostano giusto alcune istruzioni per i codice più frequenti (ad esempio attraverso il file .htaccess di Apache).

Qui sotto vediamo una lista divisa per classi.

Piccolo trucco per Chrome e Chromium: come controllare il consumo delle estensioni installate.

Diciamo che, in generale, il consumo è ridotto rispetto a quanto avviene in Firefox.

Ed infatti viene spesso incluso nelle distro Linux più leggere.

Ma comunque sarebbe sempre meglio tenere le estensioni sott'occhio, soprattutto quando se ne usano tante.

Dopo aver visto come fare il redirect con PHP, vediamo com'è possibile impostarlo direttamente da Apache.

Il tutto viene fatto usando il file .htaccess.

Questo file è molto "potente" in quanto permette molte specifiche configurazioni (come ad esempio l'url rewrite).

La prima cosa da fare è impostare l'AllowOverride a All.

Lo potete fare sia nel file di configurazione generale, sia creando dei VirtualHost, impostandolo specificamente.

Dopo di che nella root del vostro sito create il file .htaccess (senza punto se state in ambito Windows).

Aggiunto iPad alla lista.

Ultimamente c'è più la necessità di creare pagine per i dispositivi mobile.

La prima cosa da fare in questi casi è fare il redirect quando il server riconosce uno di questi dispositivi.

Vediamo come eseguire questo redirect usando il PHP.

Per riconoscere i dispositivi che interrogano la pagina possiamo $_SERVER['HTTP_USER_AGENT'].

Così catturiamo lo User-Agent dall'header della richiesta; questo è un tipico esempio: Mozilla/4.5 [en] (X11; U; Linux 2.2.9 i586).