Non tutti conoscono o usano aptitude, interfaccia di alto livello per i gestori pacchetti basati su DEB; ma io lo trovo molto meglio del classico apt.

C'è una cosa un pò scomoda però, che di default non c'è la possibilità di ricercare i pacchetti visualizzando solo quelli installati.

E' comunque possibile ovviare impostando dei "filtri" (non saprei come altro definirli) all'interno della ricerca.

Qualche giorno fa, sono incappato in uno strano errore di aptitude:

$ sudo aptitude search tomcat
Bus error

Visto che sudo non lo usa mai, ho pensato fosse legato a lui.

Nelle ultime versioni APT (il package manager di Debian e derivate) ha aggiunto una nuova progress bar chiamata Prgress-Fancy.

Questa progress bar non è una novità assoluta, anzi esiste già da tempo in altr package manager come Pacman; e io la trovo anche comoda, visto che permette di tenere sotto controllo l'avanzamento delle operazioni che lanciamo.

Di default, però, non è attiva in tutte le distro (di sicuro non lo è in Ubuntu).

In genere i produttori dei pc rilasciano i valori dei consumi energetici.

Possiamo comunque scoprirlo in qualsiasi momento con un utile strumento: powerstat.

Questo tool esegue diverse operazioni, calcolando poi la deviazione standard e i valori massimo e minimo dei dati raccolti, quando il nostro laptop / notebook è alimentato a batteria.

Prima di tutto installiamolo:

# aptitude install powerstat (Debian e derivate)
# yaourt -Sy powerstat-git (Archlinux da AUR)

A questo punto facciamo qualche test; sono richiesti privilegi elevati.

Quando vogliamo testare una distro senza installarla, in genere usiamo un live CD / DVD.

In verità abbiamo anche un'altra possibilità: avviare la distro dal boot di GRUB con grml-rescueboot!

Grazie a questo tool possiamo inserire quante ISO vogliamo senza toccare i file di configurazione.

Prima di tutto dobbiamo installarlo:

# aptitude install rgml-rescueboot

Adesso dobbiamo copiare le ISO nella directory /boot/grml.