Concludiamo questo mini tutorial sui file temporanei in Java, andando a vedere come cancellarli una volta che il loro utilizzo è terminato.

Questi i link ai precedenti articoli:

Continuiamo il nostro mini tutorial sulla manipolazione dei file temporantei in Java.

Oggi vediamo come leggere il file, dopo averlo creato e riempito.

Aneh in questo caso, useremo oggetti standard:

  • BufferedReader
  • FileReader

Da Wikipedia:

Il comando TRIM permette a un sistema operativo di indicare i blocchi che non sono più in uso in un'unità a stato solido (o "SSD"), come per esempio i blocchi liberati dopo l'eliminazione di uno o più file. Generalmente nell'operazione di cancellazione eseguita da un Sistema Operativo (OS) i blocchi data vengono contrassegnati come non in uso. Il TRIM permette all'OS di passare questa informazione al controller dell'SSD, che altrimenti non sarebbe in grado di sapere quali blocchi eliminare.

Diciamo che quindi TRIM andrebbe attivato, ma sempre con cautela.

In questo articolo abbiamo visto come creare un file temporaneo in Java.

Oggi vediamo come scriverci dentro.

In realtà per la scrittura (ed anche per la lettura) usiamo gli oggetti standard:

  • BufferedWriter
  • FileWriter

Abbiamo già parlato di PDFtk, tool molto potente e versatile per Linux per manipolare i file PDF.

Oggi vediamo come usarlo per cambiare i metadata.

Prima di tutto accertiamoci di averlo installato:

# aptitude install pdftk

I file temporanei sono molto utilizzati nei sistemi operativi.

Soprattutto in ambito Linux (che tra l'altro ha una directory apposita).

Java può facilmente manipolare i file temp, in quanto possiede dei metodi della classe File appositi.

Aggiunto un nuovo strumento nei Toolset: Country code!

Apache Cassandra è uno dei databse NoSQL più utilizzati.

Le motivazioni sono tante, e quindi ho deciso di testarlo sulla mio server di test con Debian (8).

Vediamo i passaggi per installarlo.

Dovendo posizionare un widget Qt a seconda della dimensione del monitor, avevo necessità di identificarla in fase di esecuzione del programma.

In verità la cosa è stata abbastanza semplice, e senza includere librerie di nessun tipo.

Quando facciamo uno screenshot su macOS, l'immagine viene salvata automaticamente in una directory senza chiedere quale preferiamo.

Se non ci piace la directory di default, ne possiamo impostare un'altra directory seguendo questi step.

Aprite il terminale (Terminal.app dentro Applicazioni).